Cos'è il benessere?

 

Da ben essere, deriva dall'espressione stare bene ed è stato definito dall'Organizzazione Mondiale della Salute come lo stato emotivo, mentale, fisico, sociale di benessere che consente alle persone di raggiungere e mantenere  il loro potenziale personale nella società. E' quindi uno stato di armonia, di salute della mente e del corpo, che si sviluppa nell'interazione dell'uomo con il suo ambiente.

 
 

Il livello di equilibrio di ogni persona è individuale e relativo. Il benessere può spontaneamente essere raggiunto quando l'individuo non si trova in uno stato di stress, ma in tranquilla armonia con l'ambiente e le persone che lo circondano e prova uno stato di sicurezza e di accettazione.

Da cosa  è provocata la sofferenza?

La sofferenza, il disagio o il disturbo, o semplicemente la mancanza di benessere, è determinata dal cattivo uso che la persona fa del proprio patrimonio di risorse. Il malessere deriva dalla mancanza di consapevolezza delle proprie capacità o dalla convinzione di possedere elementi potenzialmente idonei, pensando però di non poterli o saperli usare correttamente. La messa in atto delle potenzialità conosciute dalla persona  come organizzatrice del suo benessere ne permette la sua ristrutturazione.

 

 

 

 

 

 

Ma quanto valiamo veramente?

 

Un pomeriggio piovoso d'inverno, un giovane si fermò alla porta della casa del maestro Jagdish Kashyap: « Mi sento così incapace, vuoto e inutile … tutti mi disprezzano e mi maltrattano, dicono che sono un inetto, che non valgo niente. La mia vita non ha più senso, cosa posso fare perché mi apprezzino di più?»

 

Il maestro lo accolse e lo invitò a sedersi dietro la sua tenda arabescata, gli sorrise e e si tolse un anello che portava al mignolo della mano sinistra e, porgendolo al ragazzo, gli disse: “Vai al mercato, cerca di vendere questo anello perché devo pagare un debito, ma  non venderlo per meno di una moneta d’oro.

 

Al mercato, il giovane cominciò a camminare tra le bancarelle di stoffe e di spezie profumate e iniziò ad offrire l’anello ai mercanti, che lo guardavano con un certo interesse, ma quando chiedeva una moneta d’oro alcuni si mettevano a ridere, altri si giravano dall’altra parte. Un signore gentile gli spiegò che una moneta d’oro era troppo preziosa in cambio di quell’anello dal finto smeraldo. Per aiutarlo gli offrì una moneta d’argento, ma il giovane, che aveva istruzioni di non accettare meno di una moneta d’oro rifiutò l’offerta.  Demoralizzato per il fallimento, tornò dal maesto.

 

Il maestro allora gli disse: «Vai da Ajit Keshkambal, il più esperto gioielliere, nel quartiere della porta vecchia di Aleppo, digli che vorresti vendere l’anello e chiedigli quanto ti darebbe, ma non importa quello che ti offre, non glielo vendere, e ritorna qui con il mio anello”.

 

Ajit esaminò l’anello alla luce della sua lanterna, ne osservò le fini cesellature armene dell'oro, guardò con la lente il purissimo smeraldo, lo soppesò e disse al ragazzo: “Dì al maestro, che se vuole vendere oggi stesso il suo anello, non posso dargli più di cinquantotto monete d’oro”. Il giovane si precipitò dal maestro tutto emozionato a raccontargli l’accaduto.

 

“Siediti” disse il maestro dopo averlo ascoltato. “Tu sei come questo anello: un gioiello unico e prezioso, e come tale puoi essere valutato soltanto da un vero esperto. Perché pretendi che chiunque sia in grado di dirti qual è il tuo vero valore?”

E così dicendo si rimise  l’anello al mignolo della mano sinistra.

 

 

"

La propria vita può migliorare?

 

Solo quando l'individuo prende consapevolezza di sé, della propria vita, del proprio valore, di quello che desidera, libero da convinzioni limitanti e da pregiudizi, allora può mettere in atto la sua progettualità e la sua creatività, utilizzando  quegli elementi che sono a sua disposizione, cioè le risorse interiori, le  sue potenzialità ed esperienze e potrà utilizzare i propri talenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

​MCristina Guberti Psicologa

  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon